L’incompreso spazio della solitudine: Lost in Translation

L’incompreso spazio della solitudine: Lost in Translation

Lost in Translation è la storia di un incontro, quello tra Bob, celebre attore di mezza età, rassegnato ormai a girare semplici spot pubblicitari in giro per il mondo, e Charlotte, neo laureata in filosofia e da due anni sposata con un fotografo che la porta con sé durante le sue trasferte lasciandola la maggior parte del tempo da sola. I due, ritrovandosi ospiti dello stesso hotel, cominciano una spontanea conversazione in cui si scambiamo pensieri e preoccupazioni, consigliandosi l’un l’altro quale sia la strada migliore da intraprendere per essere felici.

Lost in Translation (2003)

Il secondo lungometraggio di Sofia Coppola, vincitore di un Oscar per la miglior sceneggiatura, partendo da un’apparente semplicità d’intenti e motivi, nasconde però molto di più, giocando sulla compenetrazione di emozioni indecifrabili, incongruenti e inconfessabili, a causa del bagaglio di cambiamento che porterebbero con sé una volta rivelate a se stessi. Il film esamina la vita, l’amore e la solitudine attraverso il rapporto tra i due protagonisti, ma soprattutto attraverso la loro ‘connessione’ con la città di Tokyo, scrigno perfetto del senso di un film tanto delicato quanto intenso.

La città ci viene presentata come un contenitore di ordinata e lucida follia, una metropoli degli estremi dove il moderno si confonde con l’antico, mescolando sapientemente ambienti surreali e impersonali alla pienezza visiva dei neon, del traffico e dei grattacieli senza fine, per indugiare poi su spazi di amena tranquillità spirituale. La città è però anche una tela dove mappare e proiettare le emozioni dei due protagonisti, rappresentazione esteriore delle loro emozioni interiori, tanto che ne definisce il rapporto: tenue, fragile, semplice, intimo, momentaneo e solamente esistente per e tra loro.

Lost in Translation (2003)

La città forgia il significato stesso delle esistenze di Bob e Charlotte, cambiando pelle e presentando un differente gradiente di colori e suoni come è differente il grado di emozioni e sensazioni che si snodano nel proseguire del film. La prima parte, caratterizzata da immagini di silenziosi corridoi d’albergo e dalla musica anonima degli ascensori, riflette la triste rassegnazione dei personaggi ad un mondo cui non sentono di appartenere e la profonda insoddisfazione rispetto alle proprie circostanze di vita, aumentando il senso di alienazione e distanza. Seguiamo i personaggi muoversi in questo luogo non familiare dove tutto è una barriera, architettonica o linguistica, agendo più da osservatori che da partecipanti attivi al mondo che li circonda. Al contempo incastrati e incapaci di incastrarsi a pieno in un paesaggio urbano in cui non si riconoscono. 

Se l’hotel in cui soggiornano e si incontrano è il Purgatorio, una stazione di passaggio tra la vita di tutti i giorni e l’incertezza di cosa verrà dopo, la grande metropoli è sempre troppo da sostenere, sia guardandola dalla finestra anonima della propria stanza, sia avventurandosi tra le musiche assordanti di una sala giochi e la cacofonia del traffico cittadino, con la faccia di Bob che giganteggia su tutti i poster pubblicitari della città e ai lati dei bus, mentre intorno si è circondati solo da figure, volti come tanti, anonime fisionomie che non si ricorderanno. È come se tutto ciò che accadesse fosse parte di un universo a sé stante, un mondo creato dalla loro stessa solitudine condivisa e sostenuto dall’incertezza del futuro.

Lost in Translation (2003)

Nella seconda parte tuttavia, quando Bob e Charlotte stabiliscono una connessione sussurrata ma vera, riempiendo la loro vita di piccoli momenti di confidenza, la città risponde fornendo dei luoghi adatti a questa intimità, con i suoni e i rumori che sembrano quasi accompagnare il risveglio emotivo dei personaggi dal loro torpore esistenziale, dove piccoli spazi di comfort sono teatro di un sollievo del riconoscersi e del lasciarsi andare a come si è, invece di essere sempre costretti a “tradurre” la propria individualità per il mondo che si ha intorno.

Lost In Translation è la storia di due o forse tre solitudini che si incontrano, un film che ci racconta la tristezza del sentirsi stranieri, isolati, incompresi, ma anche incapaci di comprendere, prendendo come spunto l’apparente insensatezza della capitale giapponese con le sue luccicanti ossessioni, la sua cultura quasi aliena, ma anche la sua delicata ed eterea spiritualità. Attraverso la capacità della Coppola di coniugare al meglio l’asetticità e la caotica follia degli spazi con l’umanità di un sentimento tenerissimo che cresce e si evolve, il film cattura l’essenza dell’immersione in una cultura e urbanità profondamente diversa: confusa, elettrizzante, fuori da questo mondo, ma soprattutto, necessaria per (ri)trovarsi.  

Comments: 19

  1. replica watch ha detto:

    946333 92013Just wanna remark that you have a quite nice internet site , I like the layout it truly stands out. 27127

  2. 690012 619649Some truly wondrous work on behalf of the owner of this site, perfectly fantastic subject material . 713910

  3. 461284 322993I saw two other comparable posts although yours was the most beneficial so a lot 321257

  4. 861849 916177This style is spectacular! You certainly know how to keep a reader amused. Between your wit and your videos, I was almost moved to start my own weblog (well, almostHaHa!) Great job. I genuinely enjoyed what you had to say, and a lot more than that, how you presented it. Too cool! 615927

  5. 706259 184971Were glad to become visitor on this pure web site, regards in this rare info! 40615

  6. 491375 482809some truly fascinating info , nicely written and broadly speaking user genial . 519992

  7. 436707 38092Bookmarked. Kindly also visit my site. 451300

  8. 647657 721043Wow you hit it on the dot we shall submit to Plurk in addition to Squidoo nicely done انواع محركات الطائرات | هندسة نت was excellent 100281

  9. iptv testline ha detto:

    350806 316353Beging with the entire wales properly before just about any planking. Our own wales can easily compilation of calculated forums those thickness analysts could be the related to some of the shell planking along with a lot more significant damage so that they project following dark planking. planking 543101

  10. 215199 731256You Lastly want the respect off your family and friends? 670197

  11. 332395 213176Sweet website, super pattern , real clean and utilize genial . 575950

  12. 490747 580825Hiya! Amazing weblog! I happen to be a everyday visitor to your site (somewhat much more like addict ) of this web site. Just wanted to say I appreciate your blogs and am searching forward for much more to come! 347482

  13. 866468 489818You completed numerous nice points there. I did a search on the issue and located almost all men and women will have exactly the same opinion along with your weblog. 516212

  14. 56014 406261You wouldnt feel it but Ive wasted all day digging for some articles about this. You might be a lifesaver, it was an outstanding read and has helped me out to no finish. Cheers! 525327

  15. sbo ha detto:

    337282 63047I like this web site because so a lot utile stuff on here : D. 334090

  16. 42289 433219Youre so cool! I dont suppose Ive learn something like this before. So nice to search out any person with some special thoughts on this topic. realy thank you for starting this up. this internet website is one thing thats required on the net, someone with a bit of originality. useful job for bringing something new towards the internet! 17814

  17. Dark Net ha detto:

    358882 13804Greetings! Quick question thats completely off subject. Do you know how to make your web site mobile friendly? My weblog looks weird when viewing from my iphone. Im trying to discover a template or plugin that may well be able to fix this difficulty. If you have any recommendations, please share. Appreciate it! 137798

  18. 400404 63097Hello! Ive been reading your web web site for a while now and finally got the courage to go ahead and give you a shout out from Kingwood Texas! Just wanted to say keep up the great function! 426050

  19. 552530 15428Some genuinely nice stuff on this internet site , I enjoy it. 786474

Add your comment